Altri riti della notte di San Giovanni : il nocino


Il 24 Giugno ricorre la festa di San Giovanni Battista : la vigilia di questo giorno nella notte si suole ripetere ogni anno una serie di rituali che variano da regione in regione .

Insieme alla raccolta di iperico , per ottenere l’oleolito ( leggi anche Oleolito di iperico e la notte di San Giovanni ), si suole anche raccogliere le noci per preparare il noto liquore , il nocino , che sarà pronto solo per il 31 ottobre , a Ognissanti .

Occorrente :

  • 1 Kg di noci (acerbe , verdi) in numero dispari ( circa 33/35 noci )
  • 1 litro alcool puro 95°
  • spezie ( 6 chiodi di garofano , 1 stecca di cannella , qualche foglia di alloro , bacche di ginepro , ecc..)
  • 500 g di zucchero
  • 500 ml di acqua minerale naturale

La preparazione è molto semplice : si lavano e si asciugano le noci e si tagliano in quattro parti . Disporre in un grande recipiente di vetro con chiusura ermetica le noci , le spezie e l’alcool e lasciare macerare al sole per circa 45 giorni rimescolando ed agitando di frequente .

Trascorsi i 45 giorni , si fa uno sciroppo con lo zucchero e l’acqua , facendoli sciogliere in un pentolino il tempo sufficiente per diventare trasparente ed omogeneo . Nel frattempo che lo sciroppo raffredda , si filtra l’alcool dalle spezie e le noci . Dopo aver filtrato bene , si può unire lo sciroppo ormai freddo . Il nocino tecnicamente è già pronto , ma si suole farlo riposare fino al 31 Ottobre in un luogo fresco e al buio .

La scelta delle spezie è molto soggettiva : qualcuno aggiunge anche noce moscata o bucce di limone .

 

Facebook Commenti
Altri riti della notte di San Giovanni : il nocino ultima modifica: 2017-06-19T12:06:01+00:00 da Rosaria Scotto

Rispondi