Il pH del terreno e il colore delle ortensie

Tutte le piante , con o senza fiori , sono interessanti per proprietà , caratteristiche o possibili usi .

Nel corso dei mesi abbiamo visto le peculiarità di varie piante : la capacità della bella di notte ( Mirabilis Jalapa  ) di bonificare il terreno da metalli pesanti [ leggi anche ” La bella di notte e la fitodepurazione ” ] , la tendenza di alcuni fiori a chiudersi in prossimità di bassa pressione , permettendo quindi di prevedere il cattivo tempo [ leggi anche ” Le piante barometro , altro che app ! ” , o come preparare un surrogato del caffè con le erbe spontanee .

Oggi è il turno di una varietà tanto diffusa quanto particolare : l’ortensia , la pianta ornamentale più amata , con le sue grandi foglie dentellate e i fiori dalle mille sfumature che possono virare dal rosa chiaro al blu scuro .

In realtà  la colorazione dei fiori delle ortensie è influenzato dal pH del terreno . In presenza di un pH acido , le ortensie assumono una colorazione blu . Se invece il terreno ha un pH basico , assumono il colore rosa .

In commercio , infatti , esistono dei prodotti definiti “azzurranti” : altro non sono che delle soluzioni acide che fanno spostare il pH del terreno .

Dunque il fiore dell’ortensia funziona come una cartina tornasole , virando dal rosa al blu , passando per gradazioni intermedie .

Conoscere questa caratteristica della pianta può dunque essere utile sia se desideriamo modificare il colore della pianta , sia per conoscere il pH del terreno .

A cosa può servire conoscere il pH del terreno ? E come è possibile modificarlo in modo naturale ?

Lo vedremo nel prossimo post !

Facebook Commenti
Il pH del terreno e il colore delle ortensie ultima modifica: 2017-07-17T10:30:13+00:00 da Rosaria Scotto

1 Trackback

Rispondi